Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito, leggi la nostra Informativa sui cookie

La Celiachia

La celiachia è un’intolleranza permanente al glutine, sostanza proteica presente in avena, frumento, farro, grano khorasan (di solito commercializzato come Kamut®), orzo, segale, spelta e triticale.

L’incidenza di questa intolleranza in Italia è stimata in un soggetto ogni 100 persone. I celiaci potenzialmente sarebbero quindi 600.000, ma ne sono stati diagnosticati ad oggi quasi 150.000. 
Ogni anno vengono effettuate 10.000 nuove diagnosi con un incremento annuo di circa il 10%.

Dalla “Relazione annuale al Parlamento sulla Celiachia – Anno 2012” del Ministero della Salute i celiaci in Sicilia ammontano a 12.357, con 1.611nuove diagnosi rispetto al 2011.

Dalla Relazione del 2012 emerge anche come la celiachia sia una patologia prettamente al femminile, con 8.776 donne diagnosticate contro 3.506 maschi celiaci e quindi con un rapporto di 3:1. (Per visualizzare la Relazione annuale al Parlamento sulla Celiachia è possibile cliccare sul seguente link).

Per curare la celiachia, attualmente, occorre escludere dal proprio regime alimentare alcuni degli alimenti più comuni, quali pane, pasta, biscotti e pizza, ma anche eliminare le più piccole tracce di glutine dal piatto. Questo implica un forte impegno di educazione alimentare. Infatti l’assunzione di glutine, anche in piccole quantità, può provocare diverse conseguenze più o meno gravi.

La dieta senza glutine, condotta con rigore, è l’unica terapia attualmente che garantisce al celiaco un perfetto stato di salute.

Le manifestazioni cliniche della celiachia sono estremamente variabili. È possibile distinguere diverse forme cliniche di malattia celiaca, a seconda delle modalità di presentazione clinica (manifestazioni intestinali ed extra-intestinali, età del paziente, concomitanza di una o più patologie associate), delle alterazioni istologiche della mucosa intestinale (biopsia) e dei valori sierologici (anticorpi): 

  • la forma tipica ha come sintomatologia diarrea e arresto di crescita (dopo lo svezzamento)

  • quella atipica si presenta tardivamente con sintomi prevalentemente extraintestinali (ad esempio anemia)

  • quella silente ha come peculiarità l’assenza di sintomi eclatanti 

  • quella potenziale(o latente) si evidenzia con esami sierologici positivi ma con biopsia intestinalenormale.

 

Contatore Visite

Oggi
Ieri
Questa Settimana
Settimana Scorsa
Questo Mese
Mese Scorso
Totale
335
306
2090
1985
7618
10474
555017

Ci sono 72 persone Online.

Contatti

Per qualsiasi informazione contattateci ai seguenti recapiti:
 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 +39 090 33 6947
 +39 349 731 4835
  +39 090 33 6947
 Orari Segreteria
     dal Lunedì al Venerdì 9:00 - 13:00
     Mercoledì 14:00 - 18:00
  via Salvatore Quasimodo 32
 98049 Villafranca Tirrena (ME)
 

Social